Dossier della Rivista Aste Giudiziarie n. 449

  • Dossier: Assicurazioni casa
  • Periodo: Aprile 2017

Assicurazioni casa

Dopo il terremoto che ha devastato il Centro Italia, il dato relativo alla stipula di assicurazioni casa è salito alle stelle, toccando livelli inaspettati.

 

In un periodo di crisi economica, in cui le ricerche continuano a mostrare come gli italiani siano ancora molto attenti a come destinare i propri soldi, per certi versi sorprede questa scelta. Ma cerchiamo di capire meglio cosa sta accadendo in materia di polizze assicurative sulla casa.

I dati che stiamo per analizzare sono il risultato di una ricerca condotta da Facile, uno dei principali comparatori online in materia di assicurazioni. I dati sono venuti fuori da un campione di più di 85 mila utenti unici e mostrano un aumento del 18% delle ricerche di assicurazioni casa in un anno.

 

Già da solo, il dato annuale, deve far riflettere. Ma se aggiungiamo il dato registrato solo ad agosto, con il +52%, la situazione diventa a dir poco sorprendente. Ovviamente è forte l’influenza del terremoto di Amatrice, ma è importante ricordare che le assicurazioni casa non sempre coprono e rimborsano i danni casuati dal terremoto.

 

CHI E DOVE C’È PIÙ RICHIESTA DI ASSICURAZIONI CASA

Dalla ricerca di Facile emerge la maggior parte delle persone che fa richiesta di polizze casa, ha un’età compresa tra i 35 ai 44 anni. Sono residenti principalmente in quelle regioni in cui si è dovuto fare i conti con eventi naturali, come Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Lazio e Lombardia.

 

Un aspetto curioso è che la stipula di polizze casa non è un’esclusiva dei proprietari. Spesso anche gli affittuari decidono di fare un’assicurazione con la formala uso locativo. Si tratta di un tipo di polizza che permette di tutelare i beni dell’inquilino presenti in casa, proteggendosi da contraccolpi economici che potrebbe causargli la richiesta di un risarcimento economico, per un danno all’appartamento da loro causato.

 

ASSICURAZIONI CASA: CHE DANNI POSSONO COPRIRE

è utile sapere che in tema di assicurazioni casa, esistono due diverse tipologie. Ci sono quelle che tutelano i beni contenuti nella casa e quelle che coprono i danni della struttura. Se volete una polizza che vi tuteli in caso di terremoto dovete scegliere la seconda tipologia.

 

Attenzione però, non tutti i contratti coprono i danni derivani da alluvioni e terremoti. Anche quando questi tipi di danni sono coperti, è possibile che vigano clausule specifiche. Per esempio la copertura può essere esclusa per quegli edifici costruiti entro 25 metri dai campanili delle chiese. Oppure bisogna fare attenzione quando si tratta di edifici già precedentemente danneggiati da un sisma, per i quali talvolta la copertura è contemplata solo se l’edificio è stato ristrutturato.

 

COSTI

Per una casa di 100 mq a Milano, i costi per una polizza casa vanno da poco più di 200 euro ai 300 annui. Le differenze dipendono anche dal tipo di casa. è diverso assicurazione un appartamento, una villetta singola o una villetta a schiera. Altro requisito per ottenere un prezzo abbordabile, è che la casa sia residenza abituale del proprietario. Se si tratta di seconda casa, o di un immobile in cui non si risiede i costi possono aumentare anche del 25%.

 

Un altro elemento che influisce sul prezzo, è il valore reale dei beni che ci sono in casa e che si vogliono tutelare con la polizza. Sia il massimale che il premio sono molto influenzati da esso. Pensare che dando un valore più alto di quello effettivo a taluni oggetti per ragioni puramente affettive, o che dare un valore più basso a beni che valgono di più, potrebbe trasformarsi in un danno economico. Bisogna dare il giusto valore alle cose. Meglio dare il valore corretto, conservando i documenti che lo attestano in un luogo diverso dalla casa, così da recuperarli subito quando si deve essere risarciti.

 

fonte: bancheitalia.it