Dossier della Rivista Aste Giudiziarie n. 314

  • Dossier: Bollette luce e gas più care. Scegliere il libero mercato conviene?
  • Periodo: Agosto 2011

Bollette luce e gas più care. Scegliere il libero mercato conviene?

L'Aeeg annuncia i nuovi rincari sulle tariffe di elettricità e gas. Sul libero mercato i consumatori possono trovare le offerte più adatte ai propri consumi

Tempi duri per i consumatori italiani: non si fa altro che parlare di rincari. Crescono i tassi di interesse, le assicurazioni auto, la benzina... e anche le bollette della luce e del gas. L’Autorità per l’energia elettrica e il gas ha effettuato il suo aggiornamento trimestrale: dal primo di luglio sono scattati rincari dell'1,9% per l’elettricità e del 4,2% per il gas. Per una famiglia tipo, questo si tradurrà in un aumento di 8 euro per la luce e di 44 euro circa per gas e riscaldamento, per un totale di 52 euro di aggravio annuale.
Per evitare di pagare conti salatissimi, la prima cosa da fare è confrontare le offerte di energia sul libero mercato, scegliendo l’operatore che offra le tariffe più vantaggiose e più adatte al proprio stile di consumo. Tra il 2007 e il 2010 il 15% delle famiglie ha cambiato fornitore di energia elettrica, l’8% quello di gas. Tuttavia molti italiani si mostrano ancora diffidenti verso questo passaggio e restano ancorati alla maggior tutela per pigrizia, per scarsa conoscenza delle offerte o per il timore di andare incontro a disservizi e pratiche burocratiche senza fine.

Un’inchiesta del quotidiano “La Repubblica” mostra che è ancora troppo elevato il numero di disservizi da parte dei fornitori di energia. Il vicepresidente di Federconsumatori, Mauro Zanini, rivela che “nel 2010 sono arrivati 70mila reclami alle associazioni di consumatori di cittadini che si sono trovati con contratti di fornitura mai richiesti, con in calce una firma falsa; contratti attivati nonostante l'esercizio del diritto di recesso entro dieci giorni; mancate risposte a reclami, che devono arrivare entro 40 giorni come previsto dal garante”.

Per risolvere questo genere di inconvenienti è necessaria una maggiore informazione da parte degli utenti e una più ampia concorrenza tra le aziende di energia. I consumatori possono utilizzare svariati strumenti utili a semplificar loro la vita: uno di questi è la conciliazione paritetica, che permette di risolvere le controversie con le aziende in modo veloce ed economico, senza l’intervento di un’autorità super partes. Infine, per trovare le tariffe di luce, gas e dual fuel migliori sul libero mercato, è possibile utilizzare i servizi di comparazione online come il “Trova offerte” di Aeeg o il servizio di confronto energia di SuperMoney, che permette di valutare i preventivi dei maggiori operatori sul mercato, come Eni, Enel e Edison, ma anche molti altri, e di fare la scelta migliore per tagliare i costi in bolletta.